COMUNICATO STAMPA “QUALE FUTURO PER IL PARCO NAZIONALE DELLO STELVIO?”

COMUNICATO STAMPA

 

Oggetto: Conferenza stampa di Italia Nostra a Bolzano di presentazione del programma della Tavola Rotonda intitolata QUALE FUTURO PER IL PARCO NAZIONALE DELLO STELVIO? che si terrà sabato prossimo, 8 ottobre a Cogolo di Peio (ore 9.30)

Si è svolta stamattina (6 ottobre) a Bolzano, in collaborazione con il CLS – Consorzio Lavoratori Studenti di Bolzano, la conferenza stampa di presentazione della Tavola Rotonda intitolata “Quale futuro per il Parco Nazionale dello Stelvio?” che le sezioni di Trento e Bolzano di Italia Nostra hanno organizzato per sabato 8 ottobre a Cogolo di Peio (Trentino). Erano presenti i presidenti delle sezioni di Bolzano (Umberto Tecchiati) e di Trento (Paolo Mayr) e il vicepresidente della sezione trentina di Italia Nostra (Salvatore Ferrari).

La mattinata di discussione e approfondimento, moderata dal direttore del quotidiano l’Adige, Pierangelo Giovanetti, si terrà nella sede trentina del Parco dello Stelvio, da molti mesi al centro di polemiche e preoccupazioni.

L’incontro pubblico, organizzato d’intesa con la sede nazionale dell’Associazione, ha lo scopo di informare i cittadini e richiamare i responsabili politici sulla grave situazione di stallo che si è creata a partire dal dicembre scorso, quando un decreto del Consiglio dei ministri – in violazione dell’articolo 35 della legge quadro sulle aree protette (n. 394/91) – ha stabilito la soppressione del Consorzio del Parco e l’avvio dello “smembramento” di una delle più importanti aree protette delle Alpi, accogliendo lo schema di norma di attuazione approvato dalla Commissione dei Dodici in data 30 novembre 2010, nonostante l’assenza di un’intesa con la Lombardia. 

Come era prevedibile, il Presidente della Repubblica, vista la contrarietà del Consiglio Regionale della Lombardia evidenziata in un ordine del giorno votato il 21 dicembre 2010, non ha firmato il decreto del Governo.

Italia Nostra, e con essa tutte le associazioni ambientaliste sia a livello locale che nazionale, sono contrarie allo smembramento di uno dei più antichi parchi d’Europa (fu istituito nel 1935) e temono i contraccolpi negativi che potrebbero verificarsi in materia di tutela paesaggistica e ambientale, laddove le competenze dovessero passare alle singole province autonome e alla Regione Lombardia.

Nel frattempo il dimezzamento dei finanziamenti statali e il mancato rinnovo degli organi di governo del parco da parte del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare (il Consiglio Direttivo del parco è scaduto in data 26 dicembre 2010) ha portato l’Ente alla sostanziale paralisi.

Nelle prossime settimane, infine, il Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, richiamandosi all’articolo 5, comma 6 dell’Accordo di Lucca, potrebbe procedere alla nomina di un commissario straordinario, visto “il non funzionamento del Consiglio direttivo”.

Nei giorni scorsi a Italia Nostra sono giunti alcuni messaggi d’auguri per la buona riuscita della Tavola Rotonda, tra cui quello del botanico/naturalista Franco Pedrotti, professore emerito dell’Università di Camerino e autore nel 2005 di un volume sulla storia del Parco (Notizie storiche sul parco nazionale dello Stelvio) e delle parlamentari Luisa Gnecchi e Laura Froner.

Un messaggio particolarmente apprezzato da Italia Nostra è giunto – tramite il prefetto Ferraioli – dal Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che riportiamo di seguito:

“Gentile Signor Ferrari, il Presidente della Repubblica, mio tramite, La ringrazia per il cortese invito alla Tavola Rotonda sul futuro del Parco Nazionale dello Stelvio che si svolgerà l’8 ottobre prossimo.Il Capo dello Stato non potrà intervenire, ma augura a tutti i partecipanti un proficuo lavoro utile a risolvere i problemi del Parco. Aggiungo a quelli del Presidente i miei saluti personali. Sergio Ferraiolo”.

Anche Elmar Pichler Rolle, attuale capogruppo SVP nel Consiglio della Provincia Autonoma di Bolzano ed ex Obmann della Südtiroler Volkspartei dal 2004 al 2009, ha voluto rispondere all’invito della nostra associazione con il seguente messaggio, che non potrà che alimentare il dibattito intorno al futuro del Parco Nazionale dello Stelvio. Lo riportiamo di seguito:

 

 

“Gent. mo Signor Ferrari,

ho ricevuto il Suo invito a partecipare questo sabato ad una tavola

rotonda sul futuro del Parco Nazionale dello Stelvio. La informo che ho

sentito a riguardo i nostri parlamentari che mi dicono che attualmente non

esiste neppure un testo per un eventuale accordo tra lo Stato, le Regioni

e le Province Autonome e che perciò un dialogo approfondito è quasi

impossibile. Della questione nella SVP si sono occupati direttamente il

Presidente Durnwalder, il segretario Theiner ed i parlamentari e perciò mi

permetto di girare il Suo mail e la mia risposta alla direzione del mio

partito. Cordialmente Elmar Pichler Rolle”.

 

 

 

Bolzano-Trento, 6 ottobre 2011

 

dott. Umberto Tecchiati

presidente della sezione di Bolzano di Italia Nostra

 

 

ing. Paolo Mayr

presidente della sezione trentina di Italia Nostra

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...