Archivi tag: Naz Sciaves

Naz Sciaves: la Provincia dice no…

 

Questa è di qualche settimana fa (Alto Adige di domenica 13 marzo 2005) ma merita di essere richiamata alla memoria dei lettori di questo blog.

La vicenda è nota (quanto?): la provincia boccia una variante al piano urbanistico del Comune di Naz Sciaves riguardante una nuova zona d’espansione in località Aica.
Tale nuova zona, estesa per circa mezzo ettaro, avrebbe trasformato il verde agricolo esistente in area edificabile con parcheggi pubblici e strada d’accesso.
La Giunta Provinciale, con 4 voti contrari (Chi? Gli amici della lobbie del cemento?) e 2 astensioni (Chi? forse gli assessori italiani? sapranno dov’è Naz Sciaves? Mah…), ha rigettato la proposta di quel Comune, accogliendo i pareri dell’Ufficio Tutela del Paesaggio secondo i quali ogni nuova edificazione in zona protetta sarebbe stata in contrasto con le prescrizioni del piano paesaggistico provinciale.
Secondo i funzionari dell’Ufficio Tutela del Paesaggio il nuovo insediamento avrebbe creato inoltre una evidente dispersione edilizia rispetto al non vicinissimo centro del paese.
Motivazioni analoghe hanno portato a respingere il progetto di parcheggio pubblico in area residenziale privata: in sostanza, in assenza di strutture pubbliche non si capisce perché si dovrebbe creare un parcheggio pubblico.

Italia Nostra plaude alla Giunta per questa esemplare presa di posizione. Osserviamo, sinteticamente:

 

1) molto male la mancanza di unanimità, in seno alla Giunta, in materia di protezione ambientale, oltretutto con riferimento ad un’area già inserita nel piano di tutela paesaggistica della Provincia;

2) molto bene il principio in base al quale i politici provinciali recepiscono e sostengono i pareri delle strutture tecniche;

3) molto male che un Comune “ci abbia provato”: evidentemente una volta si faceva, e con successo, ma ora la Giunta, che in più occasioni si è scottata elettoralmente, ha paura anche dell’acqua fredda;

4) molto bene che si sia sostenuto il principio della concentrazione residenziale contro la dispersione edilizia;

5) molto bene che si sia sostenuta l’incompatibilità di parcheggi pubblici in aree residenziali private.

 

E ora? C’è da sperare che il senso di responsabilità dimostrato in questa occasione si applichi come norma…

 

Umberto Tecchiati